Il mondo dei videogames

Il mondo dei videogame è molto vasto e complesso. Ai giorni d’oggi, non si compra più un gioco basandocisi soltanto su una bella grafica, al contrario, molti sono i fattori che vengono presi in considerazione al momento della scelta.

Indubbiamente gli aspetti più importanti sono: la trama, la longevità, la grafica, la giocabilità e infine, ma non meno rilevante, il prezzo. La prima, è sicuramente il fattore essenziale per una buona riuscita di un gioco ed è possibile valutarla ad esempio, in relazione ad altri giochi appartenenti allo stesso genere.

Anche la longevità non è da sottovalutare: esistono giochi molto brevi, ma dettagliati e accattivanti ed altri più lunghi, ma magari meno scorrevoli. In un buon gioco, la durata non è tutto! Per quanto riguarda la grafica, inutile dire che quelli realizzati per i PC, sono i migliori e anche per i prezzi, sono meno costosi di quelli fatti per le console.

In questo articolo andremo a vedere uno dei giochi più amati e di tendenza, ovvero, “The Witcher” e più in particolare, il suo protagonista: Geralt di Rivia.

Geralt di Rivia e le sue vere origini

Un vero appassionato di videogiochi non può non conoscere “The Witcher” e il suo personaggio principale Geralt di Rivia. Questo gioco è considerato un vero e proprio fenomeno mondiale, amato da molti sia per quanto riguarda la trama che l’ottima grafica. E proprio grazie alla sua popolarità, ben presto verrà realizzato il corrispettivo film che vedrà come protagonista, l’attore Henry Cavill.

Ciò che però molti non sanno, è il fatto che questa storia, non è nata grazie al videogioco, bensì è stata tratta dai libri dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski e solo successivamente, acquisita dalla CD Projekt RED. Ma adesso andiamo a scoprire la storia del protagonista e la trama di questo fantastico gioco!

Geralt di Rivia viene rappresentato come un uomo alto e snello, dall’età però, indecifrabile. I suoi occhi sono gialli e ricordano molto quelli di un felino. Ha dei lunghi capelli bianchi proprio come la sua barba folta: tutto ciò è dovuto ad una serie di esperimenti a cui è stato sottoposto, molto complessi e intensi. Proprio per via del suo aspetto, questo personaggio viene spesso denominato con l’epiteto di “Lupo Bianco”.

E’ figlio di un guerriero e di una maga, e successivamente viene portato alla Scuola del Lupo, con lo scopo di addestrarlo all’uso delle arti magiche. Una volta diventato uno stregone a tutti gli effetti e un guerriero molto potente, Geralt inizia a girare il mondo con l’obiettivo di difendere i più deboli.

La missione

Durante uno dei suoi molteplici viaggi, Geralt di Rivia incontra la maga Yennefer, che con il tempo diventerà l’amore della sua vita. Insieme hanno una missione: trovare e proteggere Ciri, una ragazza dotata di poteri soprannaturali grazie al Sangue Antico e che proprio per questo motivo, vuole essere catturata da innumerevoli nemici.