Saldatrici e macchine per il taglio al plasma per l’industria 4.0

L’evoluzione che sta vedendo protagonista ogni aspetto delle industrie, non include solamente quei settori in cui si producono tecnologie per il grande consumo, quindi che tendono ad avere un bacino di utenti molto esteso, questa ondata di rivoluzione tecnologica sta investendo anche un settore di cui si parla poco, ma che offre elementi davvero interessanti: il settore delle saldatrici e del taglio al plasma.

Le modalità di lavoro del metallo

Ad oggi la modalità più diffusa di taglio del metallo è quella realizzata tramite una macchina laser, essa ha un’incredibile precisione ma a discapito del costo, infatti, proprio a causa della particolarità e complessità del processo di taglio del metallo attraverso una macchina laser, i costi di realizzazione e utilizzo di tale macchinario risultano essere molto elevati. Ma grazie al processo innovativo che sta subendo questo settore, adesso è possibile fare affidamento ad un nuovo metodo di ottima qualità ma con cui è possibile abbattere significativamente i costi: il taglio al plasma.

Come funziona il taglio del metallo al plasma

Il procedimento di taglio del metallo tramite la tecnica del plasma risulta essere molto rapido, ma al contempo preciso ed efficiente alla pari di quello effettuato attraverso le macchine laser. Ma come funziona esattamente questa tecnica? Brevemente, in questi macchinari vi è un ugello da cui viene espulso del gas ad alta pressione, a cui si unisce un arco elettrico tra un elettrodo e la superficie che vogliamo tagliare, questo processo permette la trasformazione del gas in plasma, che, trasferendo il suo calore al materiale metallico, lo porta al punto di fusione ottenendo così un taglio preciso in tempi molto rapidi.

Tale procedimento di taglio è possibile ottenerlo sia con macchinari manuali, sia con macchinari completamente automatici e, quindi, risulta essere un’ottima scelta per ridurre i tempi di produzione.

Il mondo delle saldatrici

Per quanto riguarda le saldatrici, invece, ne esistono di diversi tipi, tutte efficienti e performanti, la differenza risiede nel campo di applicazione e nei risultati che si vogliono ottenere. I macchinari per saldatura più diffusi sono TIG, MIG/MAG, MMA e le saldatrici a plasma. Ma andiamo a vedere nel dettaglio quali sono le loro caratteristiche:

 

  • La saldatrice TIG, il cui acronimo sta per Tungsten Inert Gas, effettua la saldatura tramite un arco con elettrodo infusibile di tungsteno protetto da gas inerte. Questo macchinario garantisce una precisione elevatissima e, grazie a ciò, si ottengono saldature di ottima qualità. La scelta perfetta per impianti automatici.

 

  • La saldatura MIG (Metal-arc Inert Gas) o MAG (Metal-arc Active Gas) viene ampiamente utilizzata nelle industrie grazie alla sua semplicità di utilizzo, il suo procedimento consiste nello sfruttare l’energia termica prodotta da un arco elettrico posto tra il filo e il pezzo da saldare.

 

  • La saldatrice ad elettrodo MMA, il cui acronimo significa Metal Manual Arc, sono dei macchinari di tipo manuale. Garantiscono una saldatura di qualità ma soprattutto molto solida, a discapito della velocità che in questo caso si riduce notevolmente rispetto agli altri tipi di saldatrici.

 

  • La saldatura al plasma presentano un arco di saldatura simile a quello delle saldatrici TIG, rendendo il loro funzionamento, di fatto, molto simile. La differenza si può ritrovare nel fatto che la saldatura a plasma mantiene sempre acceso l’arco di saldatura, di conseguenza sono ottime per applicazioni automatizzate e per la saldatura di pezzi molto piccoli.

Considerazioni di un settore in continua crescita

Il settore che impiega l’utilizzo del taglio al plasma e delle diverse tipologie di saldatrici è sicuramente destinato ad una crescita esponenziale. Come abbiamo visto, esistono dei macchinari capaci di svolgere egregi lavori grazie a tecnologie dal funzionamento incredibile. Ma i benefici dell’industria 4.0 non gioveranno soltanto a chi utilizza i suddetti macchinari, ma anche a chi li vende e soprattutto li ripara, poiché per fare ciò è necessaria una grande dimestichezza e conoscenza di questi prodotti. Per ulteriori informazioni e approfondimenti vi consigliamo di andare sul sito www.arcotecnicasrl.it , che si occupa di questi macchinari da più di trent’anni.